logo TCA

Il master Temporary Circular Architecture
per offrire una nuova visione
verso l'architettura circolare

×

Download

Fiere & Eventi / Nature Generative Temporanee

Master di II Livello / IUAV Venezia

Con l’invio della richiesta dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy e acconsento al trattamento dei dati per l’erogazione del servizio richiesto o della risposta alla richiesta di informazioni.

Il nostro programma | Temporary Circular Architecture

PROGRAMMA
E CORSI

I nostri corsi
Il Master, attraverso lo studio, l’esercizio progettuale e l’esperienza di Stage, forma professionisti altamente qualificati per lavorare nel settore delle Fiere e dell’Exhibit. Il Master consente di sviluppare esperienze progettuali nelle ore di Studio di Architettura Temporanea, esperienze professionali nelle ore di Internship e mette alla prova ogni masterista richiedendo lo sviluppo di una Tesi di master. Le ore di lezione offrono spunti teorici, esercitazioni pratiche ed esperienze progettuali. I docenti inoltre accompagneranno i masteristi in una serie di mostre, fiere, eventi, materioteche e laboratori universitari. Qui di seguito sinteticamente sono descritti i contenuti degli insegnamenti.

Le attività formative del master TEMPORARY CIRCULAR ARCHITECTURE sono organizzate in 4 moduli per un totale di 375 ore di didattica:
1. Temporary Architecture
2. Digital Manifacture
3. Circular Economy & Communication
4. Tirocinio e Tesi.


I primi 3 moduli hanno carattere sia teorico che applicativo progettuale. Quest’ultimo si svolgerà presso lo “STUDIO - Eco Generative Architecture” che è un laboratorio  trasversale ai tre moduli ed è  utile a sviluppare elaborati di progetto e affinare un metodo di lavoro coerente con gli obiettivi del master. I temi di progetto saranno profilati sulle richieste più interessanti  che provengono dal mondo del lavoro. 

Il modulo numero 4 è dedicato all’Internship e allo sviluppo della Tesi di master.
I primi 3 moduli avranno luogo durante il primo semestre di master e le lezioni si svolgeranno nelle giornate di venerdì e sabato. Il modulo 4 avrà luogo nel secondo semestre di master: dapprima si svolgerà  l’Internship e in seguito lo studio di Tesi di master.


1. Temporary Architecture
Modulo che affronta gli aspetti teorici e fondativi della progettazione dell’architettura temporanea: dall’ideazione, alla pianificazione, alla gestione del fine vita dell’architettura tutto deve essere definito in termini di riciclo, riuso e/o ricomposizione dell’edificio e/o delle sue parti anche immaginando una serie di possibili montaggi, smontaggi e rimontati in luoghi e tempi differenti e dilazionati tra loro. Anche il  progetto emozionale della luce e dell’acustica fanno parte del processo progettuale e non ultimo il controllo della loro energia.

2. Digital Manufacture
Modulo che fornisce agli studenti le informazioni e gli strumenti utili per operare nel campo della modellazione e della fabbricazione digitale. Verranno svolti esercizi utili alla prototipazione rapida di oggetti architettonici, utili a controllare e calibrare simultaneamente il modello virtuale e l’oggetto fisico ad esso corrispondente. Il file to factory sarà la prova finale della riuscita del ciclo progettato e della consapevolezza dell’importanza del rapporto azienda, maestranze, fornitori e progettista.

3. Circular Economy & Communication
Modulo che affronta le tematiche della comunicazione del progetto d’architettura temporanea circolare in relazione ai suoi multiformi modi di comunicarla. I contenuti vengono approfonditi attraverso l’apprendimento delle migliori  strategie comunicative digitali sui social media che possono trasformare in molti modi il progetto fisico architettonico facendo di esso un soggetto prettamente comunicatore. Saranno proposte anche lezioni di public speaking ai fini di preparare il masterista  a una  sicurezza comunicativa verbale, pubblica, del proprio progetto. 

4. Tirocinio e Tesi
L’internship avrà luogo presso soggetti esterni al master che sono partner del master stesso e che hanno sviluppato già da dieci anni un rapporto molto stretto con i docenti del master. Sarà un’attività presso aziende, studi, centri di ricerche ricche di spunti e esperienze e sarà  utile a apprendere le modalità di un vero lavoro, raccogliere informazioni e mettere alla prova  le conoscenze e competenze acquisite con le attività svolte nei moduli del primo semestre. L’occasione sarà preziosa anche a livello relazionale: concluso il master, gli studenti avranno già avviato un rapporto lavorativo con le aziende presso le quali hanno svolto l’Internship.
La Tesi di master sarà un testo cartaceo e digitale con scritti, appunti, schizzi, disegni, immagini che narrano il processo del progetto e dell’esperienza di master. Esso verrà sviluppato dopo l’Internship e consentirà di approfondire lo studio svolto nel primo semestre, arricchito dall’esperienza stessa di Internship. Gli incontri di Tesi con il Responsabile scientifico del master potranno essere online o in aula: ogni anno il Responsabile scientifico programma con i masteristi il modo più consono. La tesi sarà la prova finale di un percorso costruito durante l’intero anno di master. L’elaborato sarà consegnato all’Università e sarà una concreta prova del percorso didattico. La discussione della tesi di master avverrà davanti a una commissione di tre docenti del master. Nel periodo del conseguimento della Tesi si prevede di organizzare una mostra delle Tesi presso una sede Iuav.

STUDIO - eco generative architecture
Corso di 100 ore di carattere applicativo e trasversale ai tre moduli di cui è composto il master: è uno spazio dedicato all’esercizio progettuale e allo sviluppo di disegni, modelli e video. Organizzato come un vero e proprio laboratorio, consente agli studenti di relazionarsi tra loro per scambiare informazioni, punti di vista, idee e sensazioni utili allo sviluppo di elaborati progettuali che saranno oggetto di analisi e dibattito con il responsabile scientifico del master e i docenti. In queste ore saranno ospitati esperti esterni, rappresentanti delle aziende che supportano il master e docenti: questi incontri prenderanno il nome di Open Critic e saranno dedicati al dialogo e all’analisi di progetti e di temi fondamentali per il master.

Internship
L’Internship avrà luogo presso realtà fieristiche, produttive e culturali d’eccellenza; ogni masterista avrà modo di conoscere e scegliere l’azienda presso la quale svolgere tale attività. Tale esperienza arricchisce e completa la formazione e mette alla prova la capacità di pianificazione, organizzazione e relazione professionale di ogni masterista. Il 90% dei masteristi ha trovato lavoro dopo la conclusione del master, sia proseguendo il rapporto di lavoro con l’azienda partner sia attraverso le competenze acquisite durante gli studi.

ESPLORA

Tesi di Master
Nel secondo semestre, dopo lo Stage, ogni masterista sviluppa la propria Tesi di master. In questo periodo i masteristi sono supportati dai docenti del master al fine di sviluppare approfondimenti tecnico strumentali e spunti progettuali relazionati ai temi e alle questioni emersi durante il periodo di Stage. La presentazione degli elaborati firmati dai masteristi darà luogo ad una mostra in Iuav e la discussione della tesi avverrà davanti a una commissione di docenti e rappresentanti delle aziende coinvolte nel master.



I NOSTRI CORSI

STUDIO - Eco Generative Architecture

Lezioni per un nuovo metodo progettuale definito Eco Generative Architecture che attiva un processo di sinergia tra il progettista e il mondo naturale. Il progettista scopre una nuova visione di infinite potenzialità geometrico-strutturali che vengono identificate grazie all’osservazione al microscopio elettronico di elementi vegetali, minerali e animali. Tale esercizio di lettura interna alla natura viene tradotta in principi spaziali, costruttivi, modulari, organizzativi per la caratterizzazione delle architetture temporanee. Dallo studio della natura in micro, primo step, viene generato il processo progettuale che step by step conduce al progetto finale del file to factory. Lo studio dei processi naturali genera il processo progettuale e proprio perché si radica nella natura il progetto stesso farà parte della filiera dell’economia circolare. Il corso farà parte del Modulo 1, 2, 3. Il progettista contemporaneo con questa nuova visione assume un ruolo fondamentale.

Docente: Raffaella Laezza 

Prototyping

Lezioni dedicate all’evoluzione dell’industria nell’epoca del 4.0. Il docente supporterà i masteristi al fine di creare un collegamento diretto tra i loro progetti e la possibilità di approcciare una produzione che approfondisce la customizzazione e la prototipazione degli elementi da costruzione e che sviluppa un vero e proprio prodotto su misura grazie a virtuose relazioni tra progettisti digitali e produttori, governando i temi della trasportabilità, del montaggio-smontaggio e del riuso-riciclo dell’architettura temporanea. Sono previste lezioni sulla prototipazione rapida con l’utilizzo di “RhinoCam” ed altri plug in.

Docente: Luca Alessandrini | 10h

Structure

Lezioni di ingegneria sui principi costruttivi modulari dell’architettura temporanea. La struttura di un padiglione o di uno spazio temporaneo è assai importante perché può diventare il luogo dove si espongono gli oggetti, le opere, i prodotti in modo da svelare e potenziare la struttura stessa e eliminare elementi di arredo che indeboliscono la qualità dello spazio allestito. Inoltre nel corso sarà chiarita la relazione tra il progetto e la produzione industriale delle parti che compongono l’architettura temporanea. Tale relazione è oggi un elemento chiave per il successo realizzativo di ogni edificio, non solo temporaneo: l’avvento dei protocolli BIM e l’innovazione delle filiere produttive portano novità che questo corso esplicita e che devono arricchire il know how dei progettisti.

Docente: James Finestone | 15h

Energy Light Design

L'architettura temporanea si fonda sullo studio di luce/buio, spazio/non spazio. Per questa ragione le lezioni non affrontano solo gli aspetti tecnici ma sviluppano approfondimenti in merito alla luce come strumento di comunicazione spaziale, evocativa, simbolica e dinamica.

La luce viene considerata, in questo corso, come uno strumento utile all’approfondimento della relazione tra spazio e struttura. Le lezioni descrivono le più aggiornate tecniche della progettazione illuminotecnica e conducono al controllo energetico della stessa.

Docente: Mario Nanni | 25h

Energy Sound Design

Lezioni che offrono fondamenti di ingegneria acustica al fine di affrontare due principali temi: la progettazione dell’ambiente sonoro (sound environment) all’interno di uno spazio temporaneo e la progettazione dei contenuti sonori in relazione alla progettazione energetica di un’architettura temporanea. Questi due temi sono tra loro correlati e le lezioni illustrano tale correlazione anche in riferimento all’alto contenuto emozionale del suono.

Ci saranno anche lezioni storico-critiche sui massimi esempi di architetture acustiche laddove compositore musicale e progettista hanno operato insieme.

Docenti: Ricciarda Belgiojoso 10h, Francesca Coppa 15h

Plan & Manage

Lezioni che hanno come obiettivo di fornire tutti gli strumenti utili alla pianificazione spaziale degli spazi dell’exhibit e/o di eventi. Qualità spaziali, tempi e luoghi dell’esposizione, tipologia di evento, studio delle edizioni precedenti e dei competitor aziendali: tutti questi sono elementi importanti per la progettazione dello spazio temporaneo per ottenere il miglior risultato nella relazione con il pubblico. L’aspetto manageriale della progettazione fornirà una specifica professionalità che si può ottenere solo con un master di secondo livello.

Docente: Federica Pastonesi | 25h

Printing

Corso direttamente collegato con il Corso di Prototyping laddove il medesimo docente garantisce l’acquisizione da parte dei masteristi del controllo della produzione di materiale per la temporary architecture attraverso i più sofisticati metodi di stampa 3D. L'uso delle stampanti 3D in architettura apre un nuovo mondo di possibilità creative, oltre a eliminare i tradizionali metodi di costruzione, che richiedono molto tempo, lavoro, costi. Per questo anche questo corso costituisce una tappa fondamentale per l’avvicinamento all’architettura sostenibile in filiera  circolare.

Docente: Luca Alessandrini | 25h

Visual Culture

Le lezioni illustrano come il progetto di architettura temporanea (padiglioni, exhibit, temporary shop, pop up) sia un soggetto capace di grande forza comunicativa all’interno della nostra società e che è sempre più legato a forme di comunicazione virtuale che provengono dal mondo dell’arte contemporanea. Dalle rappresentazioni del corpo nell’arte della tarda modernità al rapporto tra immagine e memoria soprattutto nell’arte europea del secondo dopoguerra fino alla temporalità plurale delle immagini e all’anacronismo si evidenzia il ruolo fondante della semiotica e la teoria dell’arte e dell’immagine come fondamento per l’architettura temporanea.

Docente: Angela Mengoni | 25h

Reduce Recycle Reuse

Il corso offre una panoramica completa dei sistemi più avanzati di trasformazione della costruzione temporanea nell’ottica della transizione ecologica. Il ciclo dei processi di realizzazione sono strettamente collegati alla programmazione di un tempo preciso di uso dei moduli costruttivi e in questo si gioca la qualità del progetto. Le 4R della transizione ecologica "Ridurre - Riutilizzare - Riparare - Riciclare" sono in questo corso analizzate in ogni aspetto.

Sarà offerto un completo panorama delle certificazioni, delle norme, degli standard internazionali e delle ricerche scientifiche nel panorama nazionale e internazionale.

Docente: Daniela Amandolese 8h, Maria Antonia Barucco 9h, Paola Moschini 8h

Material Balance

Lezioni dedicate alla sostenibilità ambientale di materiali e al riuso dei medesimi. La materia con i suoi derivati materiali saranno oggetto di lezioni molto specifiche. Un approfondimento sarà dedicato alla tecnologia e al ciclo di vita dei prodotti da costruzione e al loro utilizzo all’interno della filiera di economia circolare. I masteristi avranno a loro riservato il collegamento diretto con Material Connexion il più importante network internazionale di consulenza sui materiali e processi produttivi innovativi e sostenibili.

Docente: Daniela Amandolese 15h, Tai Sammartini 10h

Strategies & Future Thinking

Il corso intende approfondire il modo di  programmare il progetto di architettura temporanea attraverso le più innovative strategie. Attraverso le lezioni si apprende un metodo di lavoro in team necessario per un_ professionista di eccellenza.

Specialities:
• Change management: la gestione dei processi di cambiamento
• Teamwork: il lavoro di squadra alla prova (indoor o outdoor)
• Problem solving & decision making: da un’idea al risultato
• Tecniche di negoziazione: negoziare è un’arte
• Le riunioni di lavoro: kit essenziale per gestire gli incontri di lavoro
• Parlare in pubblico: come presentare con successo prodotti/servizi/idee/progetti

Docente: Daniela Amandolese 15h, Claudio Achilli 10h

Digital Programms

I docenti daranno gli strumenti per imparare specifici software per l’architettura temporanea. In linea generale: nozioni base per la realizzazione di disegni, plastici virtuali, simulazioni. Lo studente con questo corso imparerà i più innovativi programmi di progettazione come Rhinoceros, Grasshopper e le strategie contemporanee di form-making, files to factory. Lezioni su metodologie di modellazione avanzate con “Autodesk Maya” mentre sulla rappresentazione digitale con “Nextlimit Maxwell Render” e “keyshot” in base alle esigenze progettuali di ogni singolo progetto.

Docente: Cosimo Monteleone, Alberto Alfonso, Emanuele Mozzo | 25h

Web Communication

Questa materia è strettamente correlata al progetto di architettura temporanea poiché padiglioni, stand, pop up sono concepiti come soggetti architettonici comunicatori all’interno di una società virtuale. In particolare saranno insegnate le tre seguenti declinazioni:

1) Architettura allestitiva come soggetto comunicatore sul web;
2) Il Video come strumento di comunicazione che influisce sul progetto di architettura dell’exhibit.

L’obiettivo del corso è quello di fornire agli studenti gli strumenti per rilevare correnti di cambiamento emergenti attraverso l’analisi di dati e fenomeni, selezionando quelle più interessanti. I masteristi saranno condotti in un percorso che li porterà a verificare e applicare metodologie di ricerca mirate a identificare fonti per rilevare la direzione di trend sociali e materiali. Durante le lezioni dedicate al Social Media Communication verrà realizzata un’analisi della strategia di comunicazione social di temporary exhibition in ambito nazionale ed internazionale. 

Docente: Jaime Guisado 10h, Christian Bovio 15h